BTC Investitori rialzista anche se il prezzo del Bitcoin è inferiore a $10K – Dati On-Chain

Il prezzo del Bitcoin è fissato sotto i 10.000 dollari, ma i dati sulla catena e le correlazioni di mercato mostrano che gli investitori rimangono rialzisti.

Dal recupero dal calo di questa settimana a 8.900 dollari, il prezzo del Bitcoin Billionaire ha faticato a guadagnare oltre i 9.600 dollari e questo livello deve passare dalla resistenza al supporto prima che si verifichi un ulteriore rialzo.

Il più grande digital-asset su CoinMarketCap è stato gradualmente disaccoppiato dalle scorte, ma rimane una certa correlazione a breve termine con i mercati tradizionali. Questo è stato osservato il 15 giugno, quando BTC è scesa al di sotto della soglia dei 9.000 dollari in mezzo a pesanti perdite sul mercato azionario dei futures.

Alcuni investitori e analisti temono che la correlazione di Bitcoin

Alcuni investitori e analisti temono che la correlazione di Bitcoin con il mercato azionario possa rompere la narrazione del caso d’uso che si tratta di un deposito di valore o di oro digitale. Nel frattempo, altri ritengono che possa essere un buon segno, poiché dimostra che l’asset digitale sta facendo progressi grazie all’aumento della sua rappresentanza in diversi mercati tradizionali.

Il manager di hedge fund e CEO di Blockware solutions, Matt D’Souza, lo ha spiegato recentemente in un thread di Twitter:

„Ciò che affascina di BTC sono le molteplici correlazioni a breve termine che emergono. Abbiamo assistito a forti correlazioni a breve termine con l’oro, con l’USD/CNY e, più recentemente, con le azioni statunitensi. questo indica un’espansione dell’ampiezza dei partecipanti al mercato che possiedono Bitcoin“.

Secondo D’Souza, il fatto che la Bitcoin mostri correlazioni a breve termine con i principali mercati e sia anche inclusa in una gamma crescente di portafogli istituzionali e retail mostra l’utilità di investimento dell’asset nella copertura contro l’instabilità del mercato a breve termine. D’Souza lo ha spiegato:

„Ogni correlazione indica un diverso caso d’uso – Oro digitale, veicolo per il volo dei capitali, Risk-On Asset (tecnologia dirompente). La gamma di casi d’uso mantiene il Bitcoin come un’attività complessiva non correlata al di là di brevi intervalli di tempo – una CARATTERE per ogni portafoglio“.

Mentre la correlazione a breve termine con il mercato azionario può essere considerata o meno un buon segno per la Bitcoin, le preoccupazioni relative alla volatilità del mercato azionario rimangono, dato che la pandemia del coronavirus continua a pesare sulle economie di tutto il mondo.

Dato che il prezzo del Bitcoin è soggetto a lunghe pressioni che a volte possono innescare liquidazioni a cascata come quella vista il Giovedì Nero, c’è la possibilità che un calo accentuato dei mercati azionari possa portare a un’altra forte svendita nel mercato cripto.

Gli investitori di BTC sono ancora in verde

Con l’inizio del miglioramento delle condizioni economiche in tutto il mondo è possibile che anche i mercati azionari si stabilizzino. Vale anche la pena di notare che la maggior parte degli investitori criptati stanno ancora approfittando delle loro posizioni Bitcoin.

Secondo glassnode, il 78,9% dei titolari di BTC sono redditizi. Questa cifra è stata derivata dalla metrica del prezzo realizzato che prende il prezzo medio di „acquisto“ della BTC è un portafoglio al momento in cui sono stati trasferiti a tale portafoglio e determina se il titolare è in profitto o in perdita.

Questi stessi titolari scaricheranno BTC per recuperare le perdite nei mercati tradizionali? Forse, ma, come ha notato D’Souza, è più probabile che conservino dei beni che li rendono ricchi, perché „è tutta una questione di psicologia umana“. Secondo D’Souza,

„Il modo in cui operano i commercianti/rivenditori è che una volta che sono andati sott’acqua sono sopraffatti e sconvolti, così una volta raggiunto il punto di pareggio vendono e si sentono sollevati. Questo crea quella che viene chiamata „fornitura in testa“. Ma se tutti sono vincitori, allora tengono duro e si godono la corsa e l’asset sale più velocemente. Quindi, più sono i vincitori, meglio la risorsa si sposta in alto, senza che la gente se ne stia seduta a cercare di uscire in pareggio e crei pressione sulle vendite“.

Related Post